Miopia

Cos’è?

La miopia è un difetto visivo a causa del quale si vede sfocato da lontano (la visione da vicino può essere buona). Nel linguaggio medico è considerata un “vizio di refrazione” (o rifrazione). Il termine “miopia” deriva dal termine greco “myo”, che significa “chiudere”, per indicare l’abitudine tipica dei miopi di strizzare gli occhi per vedere meglio da lontano.

La miopia si può distinguere, sulla base dell’entità del difetto, in lieve (fino a 3 diottrie), media (da 3 a 6 diottrie), elevata (oltre le 6 diottrie).

Quali sono le cause della Miopia?

  1. bulbo oculare più lungo del normale: è la causa più comune;
  2. curvatura della cornea o del cristallino maggiore della norma;
  3. eccessivo potere refrattivo del cristallino (la lente all’interno dell’occhio è troppo “potente”).

La conseguenza è una difficoltà più o meno marcata nel vedere nitidamente le immagini a distanza, mentre la messa a fuoco migliora sensibilmente se la distanza si riduce.
Nella sua forma congenita la miopia può dipendere da una predisposizione familiare e insorgere anche precocemente. Quella acquisita può invece manifestarsi anche dopo il normale sviluppo, ed è sempre più presente nel periodo di impegno scolastico più intenso (12-25 anni).

Come correggerla

La miopia si corregge con l’utilizzo di lenti (occhiali o lenti a contatto). Gli occhiali sono il mezzo più diffuso e di facile uso, ma possono non essere l’ideale se il difetto è elevato.